lunedì 10 aprile 2017

C+ Anita Agostino - POP VERMELHA CHAIR

ma che sta facendo? un proclama? una preghiera? cos'è questa la Facoltà di Lettere e Filosofia? di Filologia Romanza?
noi adesso invece che progettare ci mettiamo a scrivere il diario delle speranze? ci interroghiamo sulle opzioni e poi? 
Controllando sì, è stata assente nelle ultime Lezioni ed io mi ero raccomandata spedendole l'invito "...gli aggiornamenti devono essere conformi soprattutto a quanto spiegato nella lezione di giovedì scorso." ma non fa testo poiché lei non ha seguito neanche le precedenti! vedo anche che mi ha risposto spiegandomene le ragioni e certo me ne rammarico, ma ciò non significa che io riesca a farle un Bignamino personale. e se nemmeno come mi scrive "non ho quindi avuto modo di confrontarmi con i colleghi per conoscere le sue recenti indicazioni fornite a lezione.", beh io avrei fatto almeno qualche telefonata per mettermi al corrente o almeno avrei letto bene il FORMAT. comunque un progettista anche se malato non schiaccia solo un dito su Photoshop. sono altri gli strumenti e studiare le possibilità vuol dire davvero studiare gli autori! cp 

Le immagini sono state rielaborate cercando di mantenere una struttura a “griglia”,in analogia con l’intreccio della Vermelha Chair
-Progetto:
Partendo dal procedimento base descritto in precedenza,la nuova scelta progettuale ricade su diverse opzioni:
11) Intreccio meno fitto sullo schienale della sedia per far intravedere le immagini sottostanti; scelta comunque che era già apparsa di dubbia riuscita.
22) Applicare le immagini suddivise direttamente sulla corda di rivestimento esterna,in modo che,una volta accostate le parti della corda tra di loro,si crei l’immagine intera;questa applicazione sarà realizzata su fronte e retro del prototipo,nonché sulla seduta.
33) Verniciare la corda di rivestimento con i colori dello sfondo delle immagini di riferimento,inserendo sporadicamente particolari ingranditi del volto di Liz(la bocca,un occhio,ecc.).

Ancora sto cercando una sedia di recupero che sia il più possibile conforme alla tipologia di riferimento iniziale.
-Nuova elaborazione immagini:




Fig.1
Fig.2

Fig.3

Fig.4
Anita Agostino
“POP VERMELHA CHAIR”
insufficiente: dubito che - come lei scrive: "La sedia di recupero verrà eventualmente modificata nella forma applicando delle sagome in legno o plastica allo schienale" poiché anche l'altezza dei piedi non lo consente; 
inoltre, come ho più volte indicato, detto, spiegato, commentato in altri post etc NON SI TRATTA DI UN'UNICA IMMAGINE DA APPLICARE! Quindi che lei scriva:"L’immagine di Liz Taylor rielaborata verrà applicata sullo schienale della sedia" dimostra che o non legge, o non ascolta, o non memorizza,etc. E, infine, quest'unica immagine di Liz con corde che spuntino fuori "si utilizzerà della corda bianca,opportunamente intrecciata e incollata,lasciando però spazi liberi(un intreccio meno fitto),sullo schienale,in modo che si intraveda l’immagine sottostante,creando quindi una variante rispetto alla tipologia di riferimento.", o che circondino una Liz multi-color su una tipologia monocroma, anzi quasi non-colore mi lascia perplessa. cp
FASE 1
-Tipologia:
Vermelha chair
Fernando e Humberto Campana per EDRA,1998


-Immagini di riferimento:
                   1)Andy Warhol,Liz,1965
2)Andy Warhol,1963,Elizabeth Taylor
3)Andy Warhol,1963,Elizabeth Taylor
4)Andy Warhol,Silver Liz,1963
FASE 2
-Elaborazione immagine: 
-Sedia da utilizzare per il prototipo:
        




Sedia in plastica e metallo
-Materiali:
Eventuali sagome in plastica o legno;
vernice spray bianca;
corda;
colla,silicone;

-Progetto:
La sedia di recupero verrà eventualmente modificata nella forma applicando delle sagome in legno o plastica allo schienale;sarà quindi verniciata interamente di bianco. L’immagine di Liz Taylor rielaborata verrà applicata sullo schienale della sedia.Infine si utilizzerà della corda bianca,opportunamente intrecciata e incollata,lasciando però spazi liberi(un intreccio meno fitto),sullo schienale,in modo che si intraveda l’immagine sottostante,creando quindi una variante rispetto alla tipologia di riferimento.